Spedizioni gratuite per ordini superiori a 79.90€
Articolo
media

Capita a tutti, almeno una volta nella vita, di sperimentare dolore alla testa in seguito a episodi di cefalea o emicrania.

Nonostante si tratti di episodi relativamente comuni nella nostra società, è comunque importante conoscere la differenza tra questi termini, anche per saper definire meglio il disturbo di cui si soffre e agire di conseguenza. In questo articolo, cerchiamo di spiegare in modo semplice la distinzione tra emicrania e cefalea.

Cefalea ed emicrania: di cosa stiamo parlando?

In primis, è importante sottolineare che cefalea ed emicrania non sono due disturbi completamente distinti, ma piuttosto si trovano entrambi nell’insieme di condizioni che indicano un dolore alla testa.

La cefalea è un termine generico per il dolore alla testa, mentre l'emicrania è un tipo specifico di cefalea con caratteristiche ben definite. L'emicrania, più nello specifico, è una condizione che coinvolge il sistema nervoso centrale, influenzando i neurotrasmettitori e i circuiti del dolore. Questo disturbo è noto per essere altamente invalidante e spesso si manifesta con sintomi distintivi della tipologia di emicrania di cui si soffre.

In generale, il dolore causato dall'emicrania può durare da almeno 4 ore fino a tre giorni ed è spesso caratterizzato da:

  • Un dolore pulsante che aumenta durante l'attività fisica.
  • Un'intensità che varia da moderata a grave.
  • Un dolore localizzato solitamente su un lato della testa.

È importante ribadire che l'emicrania è solo una delle molte forme di cefalea, e che ci sono molte altre cause possibili di dolore alla testa che non rientrano nell'emicrania. Quindi, per sintetizzare, mentre l'emicrania è una forma specifica di cefalea con caratteristiche particolari, la cefalea è un termine più ampio che include vari tipi di mal di testa.

Tipi di cefalea ed emicrania

Esistono diverse tipologie di cefalea, o mal di testa, ognuna con caratteristiche specifiche. Questi tipi possono essere suddivisi in cefalee primarie e cefalee secondarie.

  • Cefalea Primaria: è la forma più comune di mal di testa e si verifica quando il mal di testa stesso è la condizione principale, non causato da altre patologie. L'emicrania è un esempio di cefalea primaria.
  • Cefalea Secondaria: è causato da un'altra condizione o patologia, come infezioni, traumi o disturbi dei seni paranasali. Ad esempio, il mal di testa causato da una sinusite sarebbe considerato una cefalea secondaria.

Ci sono anche diverse tipologie di emicrania:

  • Emicrania Muscolo-Tensiva: tra le forme più comuni di emicrania, spesso riscontrata in giovani adulti, che portano tensione muscolare nella testa e nel collo.
  • Emicrania a Grappolo: la più rara e nota per causare dolori intensi che colpiscono un solo lato della testa, spesso intorno all'occhio e alla tempia, e talvolta coinvolgono anche il volto.

Ogni tipo di cefalea o emicrania può avere sintomi e caratteristiche leggermente diversi, e la gestione e il trattamento possono variare in base al tipo di mal di testa diagnosticato.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • Scritto il : 27/10/2023
Commenti: 0
Nessun commento
rispondi

L'indirizzo email non sarà reso pubblico. Il campo è richiesto*